seguici su

Archivi categoria: Luoghi

Il Museo della Figurina nasce dalla appassionata opera collezionistica di Giuseppe Panini, fondatore nel 1961 dell’omonima azienda, assieme ai fratelli Benito, Franco Cosimo e Umberto. Nel corso degli anni egli raccoglie centinaia di migliaia di piccole stampe a colori che nel tempo sono andate a costituire questa straordinaria collezione, diventata museo all’interno dell’azienda nel 1986. Nel 1992 Giuseppe Panini e l’azienda decidono di donare il Museo al Comune di Modena, città ritenuta sua sede naturale in quanto capitale mondiale della figurina moderna.
» Continua a leggere

La Biblioteca Angelica, fondata nel 1604 dal vescovo agostiniano Angelo Rocca, fu la prima biblioteca europea aperta al pubblico.
Il fondo antico è stimato in circa 120.000 volumi manoscritti e a stampa relativi prevalentemente al pensiero agostiniano e alla storia della Riforma e Controriforma.
» Continua a leggere

Inaugurato nel 2007, Triennale Design Museum è il primo museo del design italiano nato dalla necessità e dalla volontà di dedicare uno spazio al design all’interno della Triennale di Milano.
È un museo che mette in scena il design italiano attraverso un sistema di rappresentazioni che ogni anno cambia tematiche, ordinamenti scientifici e allestimenti cercando di rispondere alla domanda “Che cosa è il Design Italiano?”. Triennale Design Museum rinnovandosi continuamente offre al visitatore sguardi, punti di vista e percorsi inediti e diversificati.
Un museo non solo scientifico e rigoroso, ma anche emozionale e coinvolgente.
» Continua a leggere

Il Museo dell’Industria e del Lavoro di Brescia è articolato su tre sedi: il Museo dell’Energia Idroelettrica di Cedegolo (Valle Camonica), il Museo del Ferro di San Bartolomeo (Brescia) e il Magazzino visitabile, con annesso Museo del Cinema, di Rodengo Saiano, a poca distanza da Brescia.
» Continua a leggere

Situata nell’allora “Villaggio di Pile” la cartiera del Vetojo era la più antica delle quattro presenti nella provincia dell’Aquila insieme a quelle di Tempera, Sulmona e Celano. E’ possibile datare l’inizio dell’arte cartaria nell’area intorno al XV sec; le prime notizie certe riguardano infatti un atto d’acquisto del 1483, di una valcheria per fare carta sul lago, nel punto in cui il fiume Vetoio si unisce all’Aterno. La cartiera, in possesso dei conti Angelini per quasi tre secoli, continuò a funzionare come tale, fino a che nel 1800 grazie al potere economico della famiglia, subì un potenziamento del fabbricato e delle macchine con tecnologie avanzate olandesi.

» Continua a leggere

Fedrigoni Fedrigoni s.p.a. all right reserved - Sede legale: Viale Piave 3, 37135 Verona (VR), Italy - P.iva 01664630223 - By Capolinea.it